N26: la banca da smartphone tedesca, ora anche in Italia

da | Ott 23, 2020 | Finanza personale | 0 commenti

È sicuramente una delle carte di pagamento più apprezzate nel panorama Italiano, tanto che dopo la creazione della sua principale sede in Germania, ha aperto anche una succursale Italiana. Tecnologia e semplicità di utilizzo sono le parole chiave di questo prodotto digitale, tanto utile quanto fondamentale.

Cos’è N26 e quali sono le sue caratteristiche

N26 è una banca tedesca fondata nel 2013 a Berlino. Conta più di 1.600 dipendenti in diverse aree geografiche quali Vienna, Barcellona, San Paolo e New York. Attualmente ha più di 3,5 milioni di clienti ed è presente in 25 paesi.

Si tratta di un vero e proprio conto corrente con annesse diverse carte di pagamento, che vanno da una soluzione gratuita a opzioni con canone mensile, ricche di funzionalità, le cui caratteristiche rendono possibile collocarle senza dubbio tra le migliori carte prepagate attualmente a disposizione.

È possibile gestire il conto direttamene tramite l’app per smartphone, con la quale possiamo effettuare pagamenti, farci accreditare lo stipendio o la pensione, far addebitare utenze domestiche, programmare pagamenti ricorrenti, etc. Insomma, tutto quello che facciamo con le banche più tradizionali tramite home banking, ma anche di più! Ha infatti alcune funzioni evolute, che comportano un significativo miglioramento della sicurezza e una completa personalizzazione: possiamo in pochi passaggi modificare il pin delle carte, attivare o bloccare funzioni di prelievo tramite bancomat, permettere o meno pagamenti online e molto altro.

L’assistenza è garantita da un Customer Care disponibile in 4 lingue tra cui l’Italiano, 7 giorni su 7, con orari che vanno dal mattino alle 7:00 fino alle 23:00.

La presenza di N26 anche in Italia, permette ora l’apertura di un conto con IBAN Italiano. Questo garantisce un più facile accredito dello stipendio o della pensione (alcune aziende ad esempio non vedono di buon occhio IBAN di altri paesi) e gli addebiti automatici relativi alle utenze.

Come aprire un conto N26

Aprire un conto con N26 è semplicissimo. Come per le altre banche analoghe (Revolut, Buddybank, Hype, etc), dopo aver scaricato l’app (che funziona sia su Android che iOS), si seguono passo passo le istruzioni che vengono indicate.

Vengono richiesti tutti i dati anagrafici e di residenza, con invio della documentazione direttamente dall’app tramite l’utilizzo della fotocamera posteriore.

Un operatore verificherà in seguito gli stessi tramite videochiamata (un po come succede con Buddybank) e in breve tempo il vostro conto sarà attivo. A questo punto basta una ricarica di 10€ per far si che la vostra carta venga spedita al vostro indirizzo.

Oltre ad un conto corrente per privati, è possibile aprire un conto business o per freelance, in modo da separare quelle che possono essere le spese personali da quelle che sono invece le spese effettuate prettamente per lavoro. Un conto N26 business può ad esempio tornare utile in fase di dichiarazione dei redditi, con un semplice click infatti possiamo scaricare l’estratto conto in formato CSV o PDF.

n26 business

Funzionalità

Tra le funzionalità che offre N26 segnaliamo:

  • La possibilità di gestire il conto non solo tramite smartphone, ma tramite webapp. Questa funzionalità magari per molti non è particolarmente degna di nota, ma per chi è affezionato all’home banking tradizionale su desktop, è un fattore sicuramente da sottolineare.
  • La possibilità di avere un IBAN Italiano, che permette di “sbloccare” tutte quelle funzionalità e servizi legati al proprio paese (come l’addebito delle utenze, pagamento di bollettini, accredito dello stipendio, etc…)
  • Gestione delle carte tramite app. Tramite l’applicazione è possibile bloccare e sbloccare la proprie carte, ordinarne di nuove, autorizzare o meno i pagamenti online, i prelievi ATM, i pagamenti all’estero e impostare i limiti di utilizzo.
  • La funzione MoneyBeam, che permette lo scambio di denaro istantaneo e gratuito tra utenti N26.
  • La gestione delle spese, che vengono suddivise automaticamente in categorie, in modo da avere sempre sott’occhio dove vengono spesi i propri soldi.
  • Gli spaces, che sono dei “salvadanai virtuali”, tipici ormai di queste banche.
  • La possibilità di prelevare gratuitamente fino a 5 volte al mese in Euro da un qualsiasi bancomat in Italia. Dal 6 prelievo in poi viene applicata una commissione di 2€. Sul prelievo all’estero in valuta estera, c’è invece una commissione dell’1,7% (commissione che viene annullata con N26 You o Metal, di cui parleremo a breve).

Ricaricare la carta inoltre è davvero semplice, possiamo infatti:

  • effettuare un semplice bonifico tramite un altro conto
  • richiedere denaro al altri utenti N26
  • rivolegersi ai negozi convenzionati grazie al servizio “Cash26” e ricaricare (o prelevare) in contanti, selezionando l’importo dall’app e mostrando alla cassa il codice a barre generato. Questa operazione può essere fatta tramite i negozi convenzionati, Pam Panorama e Penny Market. La ricarica minima è di 50€, fino a un massimo di 999€ al giorno. Il prelievo ha invece un limite di 200€ per operazione, con un massimo di 900€ giornalieri.

3 diverse tipologie di conto: N26 Standard, You e Metal

Con N26 è possibile scegliere tra 3 differenti profili. Si va dal piano Standard, completamente gratuito, fino al piano Metal, il più ricco di funzionalità, ma anche il più costoso. Vediamo più nel dettaglio quali sono le differenze:

N26 Standard (gratuito)

Il piano Standard rappresenta il gradino di ingresso nel mondo N26 e probabilmente è il conto che può accontentare la maggior parte degli utenti.

  • Conto corrente gratuito
  • Carta Mastercard inclusa
  • Bonifici in valuta estera
  • 5 prelievi gratuiti al mese (per i successivi, 2€ a prelievo)
  • Prelievi in valuta estera con commissione dell’1,7% sul totale del prelievo

N26 You (9,90€/mese)

Per chi vuole qualche funzionalità in più c’è il conto N26 You, particolarmente indicato per i viaggiatori, in quanto in questo caso ci sono delle coperture assicurative in collaborazione con Allianz. Nel dettaglio, con questo piano abbiamo:

  • Carta Mastercard in 5 colorazioni
  • Assicurazione contro il furto dello smartphone
  • Assicurazione viaggi
  • Protezione contro il furto ATM
  • Protezione per gli acquisti
  • Nessuna commissione di prelievo in valuta estera durante i viaggi

N26 Metal (16,90€/mese)

Per i clienti più esigenti che vogliono il massimo delle funzionalità abbiamo il piano Metal, il più costoso. Oltre ai vantaggi del piano N26, qui in aggiunta abbiamo:

  • Carta Mastercard Metal
  • Offerte esclusive dei partner
  • Assistenza clienti dedicata
n26 funzioni

Limiti e massimali di N26

Come ogni carta o conto, anche con N26 abbiamo dei limiti operativi. Questi si riassumono così:

  • Pagamento con bonifico fino a 50.000 (non c’è nessun limite invece per i bonifici in entrata)
  • Limite di prelievo bancomat di 2.500€ (quest’ultimo è gestibile e modificabile tramite l’app)
  • Limite di pagamento giornaliero online o in negozio di 5.000€
  • Scambio istantaneo di denaro con la funzionalità MoneyBeam tra clienti N26 con un massimo di 1.000€
  • Utilizzo mensile della carta limitato a 20.000€ di transazioni complessive

Conclusioni

N26 offre sicuramente delle funzionalità interessanti, alcune delle quali simili ad altre banche e carte competitor. Come accennavamo prima, il piano gratuito è forse quello che può accontentare la maggior parte degli utenti.

Per i viaggiatori può essere interessante valutare il piano You, da 9,90€ al mese, mentre francamente, non troviamo particolarmente giustificato il prezzo del piano Metal, oltretutto uno dei più alti mai visti tra questa tipologia di banche.

Al di là del piano scelto, N26 è sicuramente una soluzione sicura ed affidabile per la gestione delle proprie finanze. Questo, unito alla semplicità nell’apertura del conto è alla piattaforma web per l’home banking, sono sicuramente caratteristiche invitanti sia per l’utilizzo di N26 come primo conto, o come nel nostro caso, un secondo conto da abbinare a quello principale.

Potete sempre iniziare con un conto gratuito e valutare in seguito se le funzionalità dei piani a pagamento possono fare al caso vostro. N26 dichiara un tempo di apertura del conto di 8-10 minuti e in effetti è più o meno il tempo che abbiamo impiegato noi ad aprire il nostro conto.

E voi, avete provato N26? Fateci sapere nei commenti come vi trovate!

Articoli correlati

Come funzionano i Bitcoin: guida completa per principianti

Come funzionano i Bitcoin: guida completa per principianti

Col passare del tempo si sente sempre più parlare di Bitcoin e ovviamente non potevamo esimerci dal parlarne, soprattutto vista la recente bull run che ha fatto raggiungere a questa criptovaluta un valore di mercato e una capitalizzazione davvero inimmaginabile anni...

Come risparmiare? 12 trucchi pratici per riuscirci senza stress

Come risparmiare? 12 trucchi pratici per riuscirci senza stress

Imparare la sottile arte del risparmio può sembrare un’impresa impossibile: fare quadrare i conti ogni mese tra spesa, bollette, tasse, assicurazioni, benzina e mutuo appare facilmente come una mission impossible degna di un vero genio della finanza. Ma,...

Padre Ricco Padre Povero: recensione libro

Padre Ricco Padre Povero: recensione libro

Padre Ricco Padre Povero è stato uno dei primi libri che abbiamo letto sul tema della finanza personale e il mindset ad essa connesso. Anche dopo aver consumato diversi testi sull’argomento, rimane tutt’ora uno dei nostri libri preferiti in assoluto!...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!