Le 3 migliori carte prepagate nel 2020

Pubblicato da Alessandro, il Settembre 24, 2020

Le carte prepagate sono entrate ormai da anni nella nostra quotidianità e dopo i primi iniziali scetticismi si sono sempre più affermate e diffuse nel tempo. Il motivo? Sono semplici da ottenere, hanno sempre più funzionalità grazie anche alle aziende del settore Fintech che stanno investendo ingenti capitali su di esse e permettono di inviare e ricevere denaro con semplicità. Inoltre permettono di effettuare pagamenti online e negli negozi fisici, ma soprattutto minimizzano o azzerano le spese di gestione di un conto.

Quali sono le migliori? Scopriamolo assieme!

Carte prepagate: cosa sono e come funzionano

Prima di entrare nel dettaglio delle carte prepagate e fare quindi un confronto tra esse, spieghiamo meglio cosa sono e cosa permettono di fare. Questo settore sta diventando sempre più vasto e popolato da players del settore bancario e tecnologico. Ma perché tutto questo interesse? La nostra personale visione vede tra le motivazioni una sempre maggiore fiducia da parte del pubblico unita alle sempre maggiori funzionalità e semplicità d’uso delle carte stesse.

Le carte prepagate sono degli strumenti elettronici di pagamento:nella maggior parte dei casi parliamo di carte di debito alle quali viene associato un codice IBAN. A differenza delle carte di credito infatti, è possibile utilizzare solo il capitale caricato sulla carta (tramite altre carte, bonifici o contanti), ma non è permessa – o almeno, non lo è ancora – la richiesta di anticipo di denaro in prestito.

Queste carte permettono di effettuare acquisti online e offline (quindi negli store fisici), facilitano lo scambio istantaneo di denaro tra gli utenti in possesso della stessa carta, offrono prelievi gratuiti, ma soprattutto prelievi all’estero senza commissioni o con commissioni molto più basse rispetto alle carte tradizionali dei principali istituti bancari.

Quest ultimo fattore, unito alla possibilità di stipulare, direttamente dalle app dedicate, valide assicurazioni sanitarie capaci di coprire in caso di ritardo del volo aereo, perdita del bagaglio o danneggiamento del proprio smartphone, fanno delle carte prepagate lo strumento perfetto anche per i viaggiatori.

Quale carta prepagata scegliere

Per quanto molte delle carte prepagate attualmente presenti sul mercato condividano le medesime funzioni, ognuna di esse ha una sua peculiarità che la differenzia dalle altre. Non è quindi possibile dire a priori quale sia la migliore in assoluto, in quanto la scelta è piuttosto soggettiva e va ponderata sull’effettivo utilizzo che ne fa l’utente.

Per il confronto, prenderemo in considerazione il costo ed i limiti della carta, l’applicazione ed il supporto, le commissioni da pagare e le caratteristiche principali di ognuna di esse.

Revolut

Revolut è uno dei player principali nel mondo delle carte prepagate, con una crescita davvero esplosiva. Nasce nel 2015 ed è una fintech con sede nel Regno Unito. Conta un numero di utenti attivi su base giornaliera del +380%.

Caratteristica peculiare di questa carta è il numero sempre crescente di servizi disponibili. Oltre alle assicurazioni sanitarie, per smartphone, viaggio e bagagli, è possibile creare dei salvadanai privati e condivisi con altri utenti, comprare criptovalute, investire in azioni sul mercato americano, ottenere diversi sconti e cashback con il nuovo servizio Rewards e nei piani futuri c’è anche la possibilità di richiedere prestiti direttamente dall’app.

Revolut mette a disposizione dei propri clienti 3 tipologie di carte: Standard, Premium e Metal (di nome e di fatto :P).

La versione Standard è completamente gratuita e con essa è possibile:

  • effettuare spese in oltre 150 valute al tasso di cambio interbancario
  • effettuare il cambio valuta in 30 valute per un importo massimo di 1.000€ al mese
  • prelevare senza commissioni fino a 200€ al mese
  • avere l’accesso a 5 criptovalute
  • avere un conto Revolut Junior per 1 minore
  • effettuare 1 bonifico transfrontaliero gratuito ogni mese

La versione Premium ha un costo di 7,99€/mese e offre in aggiunta:

  • cambio valuta in 30 valute senza limite mensile
  • prelievi fino a 400€ al mese
  • assicurazione medica internazionale
  • assicurazione per ritardo su voli e bagagli
  • copertura per gli sport invernali
  • assistenza clienti prioritaria
  • accesso alle lounge aeroportuali tramite Pass Lounge Key
  • un pass di accesso gratuito alla lounge per te e un’altra persona, se il volo ritarda più di un’ora
  • conti Revolut Junior per 2 bambini
  • bonifici transfrontalieri gratuiti illimitati

La versione Metal, più costosa (parliamo in questo caso di 13,99€/mese) offre ulteriori vantaggi quali:

  • prelievi bancomat fino a 800€ al mese
  • copertura per gli acquisti
  • franchigia sul noleggio auto
  • un pass di accesso gratuito alla lounge per te e altre 3 persone, se il volo ritarda più di un’ora
  • conti Revolut Junior per un massimo di 5 bambini
  • 0,1% di Cashback in Europa e 1% extra UE, per ogni pagamento effettuato (con un limite massimo di €13.99 al mese)

Revolut offre inoltre carte non solamente per clienti consumer, ma anche per clienti business con funzioni dedicate all’utilizzo aziendale. Ideali quindi sia per liberi professionisti che per realtà di maggiori dimensioni.

carta revolut

N26

N26 è una delle carte prepagate più conosciute, grazie ai suoi 5 milioni di utenti in 26 mercati. Nasce nel 2015 in Germania e veniva offerta in origine con IBAN tedesco. Grazie al suo forte successo in Italia ora l’azienda dispone di una sede nel nostro paese e chi apre un conto N26 può ottenere un IBAN Italiano: ai vecchi utenti viene invece offerta l’opzione di mantenere l’IBAN tedesco oppure passare a quello Italiano.

Anche N26 è offerta in 3 versioni, Standard, You e Metal. La prima, completamente gratuita, la seconda con un canone di 9,90€ al mese e la più prestigiosa, Metal, con un costo mensile di ben 16,90€ (un costo non da poco in effetti).

Il piano Standard offre:

  • pagamenti senza commissioni aggiuntive in qualsiasi valuta
  • prelievi gratuiti in Euro in Italia e in tutta la zona Euro.
  • 2 spaces (dei salvadanai virtuali)
  • chatbot e chat in Italiano direttamente dall’app o dal web 24 ore su 24.
  • autenticazione a due fattori

N26 You, oltre a questi servizi aggiunge:

  • una carta aggiuntiva da associare al tuo conto
  • prelievi gratuiti in tutto il mondo in qualsiasi valuta
  • copertura per le spese mediche in caso di emergenza
  • copertura viaggi in caso di annullamento
  • assicurazione sui voli in caso di ritardo
  • assicurazione bagaglio in caso di ritardo o smarrimento
  • assicurazione mobilità per veicoli in sharing
  • polizza sport invernali in caso di incidenti
  • 10 spaces per risparmiare e spaces condivisi
  • sconti e offerte da alcuni partners selezionati

Il piano Metal, comprende in più:

  • copertura per il noleggio auto all’estero fino a 20.000€
  • assicurazione per furto o danni accidentali al proprio smartphone
  • esperienze esclusive
  • supporto telefonico

Come Revolut, anche N26 offre dei piani Business denominati: Business, Business You e Business Metal, che condividono i medesimi prezzi dei piani consumer.

Carta N26

Hype

La terza alternativa nel panorama delle carte prepagate è Hype, offerta da Banca Sella. Il servizio ha già conquistato più di 1 milione di utenti ed è disponibile in 3 versioni: Start, Plus e Premium. La prima è completamente gratuita, la seconda ha un canone mensile di 1€, mentre la Premium che rappresenta la più ricca in termini di funzionalità ed ha plafond più ampi, ha un costo mensile di 9,90€.

La versione Start, rappresenta il gradino di ingresso nel mondo Hype, rimane gratuita fino a 2.500€ di ricariche annuali, soglia oltre la quale viene automaticamente attivato il piano Plus che sposta il limite alla ben più che generosa cifra di 50.000€. Se non vogliamo invece avere limiti in termini di ricariche annuali, l’unica soluzione è Hype Premium che permette ricariche illimitate. Vediamo più nel dettaglio in cosa differiscono i tre piani.

Il piano Start offre:

  • ricariche annuali fino a 2.500€
  • limite di prelievo giornaliero presso gli sportelli ATM nei paesi UE ed extra UE di 250€
  • operazione di spesa singola di 999€

Il piano Plus sposta alcuni di questi limiti, con esso è infatti possibile effettuare:

  • ricariche annuali fino a 50.000€
  • prelievi giornalieri presso gli sportelli ATM nei paesi UE ed extra UE di 1.000€
  • operazioni di spesa singola di 20.000€

Il piano Premium, da 9,90€ al mese permette invece di:

  • effettuare ricariche annuali illimitate
  • prelevare quotidianamente agli sportelli ATM un capitale di 2.500€
  • effettuare spese singole fino a 50.000€

Ma limiti e soglie a parte, quali sono le caratteristiche che contraddistinguono le 3 carte?

Partiamo con le features aggiuntive della versione Plus. Innanzitutto con quest’ultima abbiamo a disposizione la piattaforma web e non solo l’app per smartphone. Per alcuni utenti ciò può essere un vantaggio non da poco: non tutte le carte hanno infatti una versione desktop navigabile. Abbiamo inoltre la funzione di accredito diretto dello stipendio, l’addebito automatico di spese periodiche, la ricarica istantanea e gratuita tramite un’altra carta e la protezione dello smartphone contro danni accidentali.

La versione Premium, la più costosa, oltre alle caratteristiche di Start e Plus, ci offre un pacchetto assicurativo per quanto riguarda viaggi, acquisti e copertura furti ATM, oltre a pagamenti e prelievi gratuiti in tutto il mondo e in qualsiasi valuta, zero commissioni con carta, possibilità di pagamento bollette e bollettini, un’assistenza esclusiva e prioritaria anche via Whatsapp e la carta di debito World Elite Masterclass.

Carta Hype

Conclusioni

È sempre difficile stilare una classifica per le migliori carte prepagate. Questo settore è infatti sempre più affollato e le novità sono ormai all’ordine del giorno.

Le caratteristiche comuni a queste 3 carte sono molte e riflettono tutte le ultime tecnologie nel settore dei pagamenti, come Apple Pay, Google Pay e pagamenti contactless con NFC. Il futuro è incentrato sulla semplicità di utilizzo, sulla velocità delle transazioni e sull’abbattimento generale dei costi e dei servizi premium utilizzabili tramite canone mensile.

Stabilire quale servizio sia più vicino alle proprie esigenze è una scelta personale.

Noi abbiamo provato tutte le carte in elenco e se dovessimo stilare una classifica in base al nostro utilizzo e ai nostri gusti metteremmo in prima posizione Revolut, in seconda posizione N26 e per ultima Hype. N26 è sicuramente un’alternativa molto valida a Revolut, ma confrontando i servizi a canone fisso, Revolut offre comunque più features ad un prezzo più vantaggioso.

In generale vogliamo comunque fare una considerazione valida su tutte e 3 le carte: pensiamo che i servizi extra utilizzabili con canone mensile siano giustificati solo nelle loro soluzioni intermedie (Revolut Premium e N26 You e Hype Plus): il sovrapprezzo dei piani più costosi non riteniamo invece sia giustificato dalle caratteristiche aggiuntive offerte.

Anche in questo caso però, si tratta di un parere del tutto soggettivo.

Ora siamo curiosi: qual è la vostra carta di pagamento preferita? Fatecelo sapere nei commenti!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.