Come creare un sito web: i 5 step principali

Pubblicato da Alessandro, il Marzo 30, 2021

Se ti trovi qui, probabilmente hai intenzione di realizzare un sito web, ma non sai bene come muoverti e non conosci gli step fondamentali per dare vita al tuo progetto digitale.

In questo articolo ti spiegheremo proprio come creare un sito web in modo veloce, senza scrivere una riga di codice e senza avere nozioni di sviluppo web: faremo una panoramica completa sugli step da intraprendere, dall'acquisto del dominio fino al monitoraggio dei risultati.

Ovviamente, data la vastità dell'argomento, non approfondiremo in modo dettagliato ogni passaggio: per ognuno di essi, realizzeremo invece degli articoli di approfondimento che possano aiutarti nel tuo percorso.

Ma ora partiamo dalle basi: come creare un sito web professionale? Quali sono i passi fondamentali da fare?

Come creare un sito web: l'acquisto di un dominio

La prima cosa che devi fare per realizzare un sito web è pensare al nome che vorresti dare al tuo progetto e di conseguenza al tuo dominio. Se non sai cosa sia un dominio, ne abbiamo parlato in modo più approfondito in un articolo che ti spiega anche come scegliere un nome dominio vincente. In sintesi comunque, un dominio è l'indirizzo che identifica in modo univoco un sito web in rete.

È importante valutare bene il nome dominio, in quanto sarà una sorta di "biglietto da visita" del tuo sito. Il nome dominio dovrebbe cercare di riassumere in modo semplice quelli che sono i valori del tuo brand. Dev'essere di immediata comprensione e facile da ricordare. Ci sono inoltre alcune considerazioni riguardanti la SEO che potrebbero aiutarti a definire in modo ancor più preciso il nome da scegliere.

Ora forse ti starai chiedendo: "Ok, ma come faccio ad acquistare un dominio?" Ed è proprio qui che entrano in gioco gli hosting providers, delle particolari aziende che operano online e permettono di "affittare" dei nomi dominio con rinnovo annuale, nonché lo spazio web necessario per ospitare il tuo sito.

Per quanto riguarda il solo acquisto del dominio, non è necessario rivolgersi ad un hosting super performante (e di conseguenza costoso), ma puoi tranquillamente cercare l'hosting che offre il miglior prezzo.

Se ti trovi a gestire un solo sito web, in caso la differenza di prezzo tra il solo acquisto dominio e l'opzione acquisto dominio + spazio web sia minima, può essere comodo optare per la seconda alternativa e avere sia dominio che spazio web presso un unico hosting provider. Quando i domini da acquistare invece sono numerosi, la differenza di prezzo a fine anno si può far sentire parecchio e conviene fare un'adeguata ricerca per individuare il servizio più economico.

Scegliere un hosting affidabile e performante

Dopo l'acquisto del dominio dovrai scegliere l'hosting provider tramite il quale potrai ottenere lo spazio web necessario ad ospitare il tuo sito.

Ora, se sei all'inizio e stai cercando informazioni su come creare un sito web da zero, avrai molto probabilmente un solo sito da gestire, magari un tuo blog personale o un sito vetrina relativo alla tua attività da libero professionista o imprenditore.

Il nostro consiglio è sempre quello di non risparmiare sull'hosting, o meglio, non risparmiare se vuoi che il tuo sito sia veloce e performante. Ovvio, la velocità e la performance di un sito non è data solo dall'hosting, ma quest'ultimo costituisce senza dubbio la base sulla quale costruire un progetto efficace.

Per fare un paragone, un hosting provider è come se fosse il terreno e il sito web la tua futura casa. Costruiresti mai una casa su un terreno soggetto a frane? Pensiamo di no, vero? Ecco, questo è il motivo per cui l'hosting deve essere di qualità!

Se non ti abbiamo ancora convinto, pensa al fatto che - specialmente se stai muovendo i primi passi nel settore - vorrai probabilmente per semplicità utilizzare un solo hosting per gestire tutto, sito web, mail, dominio, etc: se dovessi avere una problematica con anche solo uno di questi elementi o avessi bisogno di informazioni, saresti felice di appoggiarti a un'azienda che risponde (se risponde) dopo giorni o addirittura settimane?

Fidati, te lo diciamo perché ci siamo passati. Abbiamo speso molto poco in termini economici con alcuni hosting provider, ma la lentezza dei siti realizzati, così come l'assistenza inesistente, ci hanno spinti a cambiare.

Personalmente siamo passati - con estrema soddisfazione - ai servizi di Siteground, un hosting provider top che ci ha soddisfatti sotto ogni punto di vista e che consigliamo sempre al 100%.

Se invece vuoi conoscere eventuali alternative, magari sul territorio italiano, ti suggeriamo di leggere questo articolo inerente ai migliori hosting provider italiani.

come realizzare un sito web

Scegli la piattaforma sulla quale realizzare il tuo sito web

Una volta che hai scelto l'hosting e acquistato il dominio, hai finalmente tutto ciò che ti serve per partire! A questo punto puoi entrare nel vivo del tuo progetto e scoprire come creare un sito web per la tua attività o per un tuo hobby personale.

Una delle modalità più convenienti al giorno d'oggi per la realizzazione di un sito web è l'utilizzo di CMS e piattaforme online. Uno dei CMS più utilizzati al mondo per creare un sito web fai da te in modo del tutto gratuito - grazie al fatto che è realizzato con codice open-source - è sicuramente WordPress: nato come piattaforma di blogging, si è poi evoluto nel tempo e permette ora di costruire un sito web professionale in davvero poco tempo.

Uno dei vantaggi di WordPress è quello di avere a disposizione migliaia di temi (gratuiti e a pagamento), oltre ai più recenti page builders che permettono di creare un sito internet in modo del tutto visuale, senza toccare una linea di codice. WordPress stesso si sta muovendo da diverso tempo, con il nuovo editor Gutemberg, su una logica a blocchi, che offre all'utente la possibilità di creare un sito web in modo sempre più semplice e pratico.

Non solo, grazie a WooCommerce (un plugin open source), è possibile creare pagine di vendita ed e-commerce in modo gratuito e veloce. Ovviamente, a seconda del sito web che vuoi realizzare dovrai selezionare il CMS o la piattaforma dedicata migliore per i tuoi obiettivi.

WordPress è un'ottima scelta nel 99% dei casi, nel senso che con lui puoi realizzare qualsiasi sito web, ma per esigenze più specifiche alcune piattaforme potrebbero avere un potenziale maggiore (ad esempio per un e-commerce, Shopify potrebbe essere una piattaforma più specifica e dedicata alla vendita online, con funzionalità quindi più utili e mirate a questo tipo di attività).

Esistono poi altre piattaforme online particolarmente utili per la realizzazione di un sito web, come ad esempio Webflow e Wix. Hanno anch'esse caratteristiche peculiari e interessanti, ma almeno noi, da sempre, ci affidiamo all'efficienza e alla versatilità di WordPress.

Come fai ad ottenere WordPress? Semplicissimo. Puoi scaricarlo gratuitamente online e installarlo manualmente sul tuo spazio web: in ogni caso ormai praticamente tutti gli hosting hanno WordPress integrato come applicazione installabile in modo semplice e con pochi click.

Se ti interessa, abbiamo realizzato una guida per muovere i primi passi nella quale ti spieghiamo come usare WordPress, così da avere una panoramica generale sul CMS e sulle sue funzionalità.

Un occhio di riguardo alla privacy degli utenti

Arrivati a questo punto dovresti esserti fatto almeno un'idea generale di come creare un sito web grazie all'utilizzo dei principali CMS e l'uso di un valido servizio di hosting. Non abbiamo approfondito nei minimi dettagli la realizzazione stessa del sito, ma per questo - non preoccuparti - realizzeremo degli articoli più specifici dove parleremo soprattutto di WordPress e di tutti gli altri servizi utili a dare la luce al tuo progetto digitale.

Bene, immagina ora di aver finalmente realizzato il tuo sito. Pensi sia finita qui? Purtroppo no, perché sono necessari almeno altri due step per completare questo processo.

A prescindere dal sito che hai realizzato, avrai bisogno comunque di dare una chiara informativa sulla modalità di trattamento dei dati degli utenti, durante la loro navigazione sul tuo sito web.

Potresti pensare di non averne bisogno, in quanto tutto sommato non raccogli alcun dato sugli utenti?

Invece, bastano semplici elementi come la presenza di un form contatti o lo uno snippet di monitoraggio (come ad esempio Google Analytics) per far scattare l'obbligo.

Purtroppo è una materia piuttosto complessa e difficilmente un utente comune è in grado di generare in totale autonomia una privacy e cookie policy che lo metta al sicuro di eventuali grane.

Proprio per questo, sono nati servizi come Iubenda, che analizzano il tuo sito web e generano in automatico la privacy e cookie policy da evidenziare sul sito (con tanto di banner informativo all'ingresso sul sito e link a pagine specifiche). In questo modo, ti metti al riparo da eventuali problemi legali e puoi dormire sonni tranquilli.

strumenti seo intuitivi

Monitora le visite e i risultati ottenuti

In questo lungo viaggio nella tematica "come creare un sito web", non possiamo di certo fare a meno di parlare dei servizi di monitoraggio.

Cosa sono questi servizi? A cosa servono? Dopo aver completato il tuo progetto online ed esserti messo in regola con tutti gli obblighi imposti dai vari paesi relativi alla privacy degli utenti, arriva un ultimo step, forse il più importante.

Ad un certo punto del tuo percorso potresti (e dovresti) infatti chiederti come stia andando il tuo progetto, quante visite ha ricevuto il tuo sito web e quali sono le pagine più frequentate e lette dagli utenti. Ma non solo: potresti voler sapere per quanto tempo son rimasti sul tuo sito, qual è stato il loro flusso di comportamento all'interno delle tue pagine, oppure più semplicemente qual è l'età media dei tuoi lettori o quale dispositivo utilizzano per navigare il tuo website.

Tutte queste informazioni (e molte altre metriche) si possono ottenere tramite servizi come Google Analytics, uno degli strumenti di monitoraggio più importanti che ti consente di analizzare nei minimi dettagli il comportamento degli utenti sul portale.

Uno strumento come Analytics è fondamentale in quanto rappresenta una sorta di bussola che permette di orientare le tue scelte future, fornendoti utili spunti sull'andamento della tua strategia di comunicazione online, sui quali siano i contenuti da migliorare, quali invece quelli che sono risultati essere di maggiore interesse per il tuo pubblico e altri parametri essenziali.

Tutti questi dati riscuotono ancora maggior rilievo nel caso di un e-commerce.

Come fai a sapere ad esempio quali sono i prodotti più cliccati? Quanto converte una promozione piuttosto che un'altra? Quali sono le pagine (e quindi i prodotti) di maggiore appeal per i tuoi clienti?

Come puoi immaginare, sono dati fondamentali ed è davvero difficile farne a meno. Strumenti come Google Analytics sono oltretutto gratuiti. Una volta creato un'account tramite il tuo stesso account Google, otterrai uno snippet da inserire all'interno delle pagine del tuo sito.

Conclusioni

Bene, a questo punto speriamo di aver fatto almeno un minimo di chiarezza sull'argomento. Ora sai come creare un sito web o almeno conosci tutti gli step fondamentali per farlo nel modo corretto.

Non preoccuparti, anche se inizialmente può sembrare tutto molto complesso, la creazione di un sito web è in realtà piuttosto semplice e diventa sempre più intuitiva col passare del tempo: la creazione di un sito con WordPress ad esempio diversi anni fa era molto più articolata e richiedeva spesso l'utilizzo del codice per ottenere delle funzionalità neanche troppo avanzate.

Lo sviluppo tecnologico sta invece portando enormi progressi sotto questo punto di vista e sta semplificando enormemente ogni fase della realizzazione, rendendo la realizzazione di un sito internet sensibilmente più accessibile.

E tu, hai già dato vita ad un sito web?
Com'è andata e che strumenti hai utilizzato?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.