Audiolibri: come funzionano e dove acquistarli

Pubblicato da Deianira, il Febbraio 9, 2021

Ci sono diversi trends in crescita nel settore digitale e fra questi c’è sicuramente il crescente interesse per gli audiolibri. Se infatti fino a qualche anno fa il catalogo disponibile era piuttosto limitato, con il passare del tempo vengono prodotti sempre più libri che si possono ascoltare oltre che leggere. Fa ancora effetto leggere una frase di questo tipo, ma è tecnicamente quello a cui stiamo assistendo.

Pensandoci bene, si potrebbe pensare a una evoluzione analoga a quella che c’è stata con gli e-book, rispetto ai libri cartacei tradizionali. Dopo il loro esordio, erano molti gli affezionati lettori che storcevano il naso di fronte a quella nuova forma di libro. Eppure in poco tempo, i libri in formato digitale hanno conquistato il grande pubblico e sono ormai entrati a tutti gli effetti nella nostra quotidianità.

A questo punto si potrebbe pensare che con gli audiolibri accadrà la stessa cosa ed effettivamente per ora le premesse per una loro continua diffusione sono più che promettenti.

Cosa sono gli audiolibri

Gli audiolibri sono semplicemente dei libri che ci vengono “raccontati” a voce, tramite un’applicazione o una piattaforma. Sono quindi un’alternativa al classico libro cartaceo o agli ormai diffusissimi e-book.

Ora, sicuramente hai già sentito parlare di audiolibro, ma forse non ti è ancora capitato di provare questo particolare prodotto, magari semplicemente perché non hai avuto l’occasione di sperimentare questa nuova e interessante tecnologia.

Lo stesso era capitato anche a noi, ne sentivamo parlare ormai da tempo, ma non ci era ancora capitato di provare ad “ascoltare un libro” piuttosto che leggerlo. Così, da bravi pionieri del digitale, abbiamo deciso di provare Audible, il servizio di Amazon che propone un catalogo piuttosto interessante.

Quello che abbiamo fatto però, non è stato quello di effettuare l’accesso al catalogo italiano, ma piuttosto a quello americano. Questo perché ci vogliamo complicare la vita? In realtà no, ci siamo rivolti al catalogo oltreoceano semplicemente perché è quello più “popolato”, in quanto gli audiolibri in lingua inglese sono oggettivamente i più diffusi. Esistono infatti audiolibri in diverse lingue, ma ovviamente quelli scritti (ops, intendevamo dire “raccontati”) in lingua inglese, sono per ovvie ragioni i più numerosi.

Come funzionano gli audiolibri e cosa ne pensiamo dopo averli provati

Come è stata la nostra esperienza con gli audiolibri? Mmmmm, strana, sicuramente… ma interessante. Era da tempo che volevamo provare ad “ascoltare un libro” e al di la dell’esperienza, volevamo capire come funzionasse effettivamente l’utilizzo di questo particolare prodotto. In realtà non c’è niente d più semplice, dallo store Audible abbiamo scelto un libro, l’abbiamo scaricato e abbiamo lanciato subito la riproduzione di quest’ultimo. Il funzionamento è piuttosto intuitivo, all’interno dell’applicazione vai a creare una vera e propria libreria digitale e una volta selezionato il titolo, il player parte e inizia il racconto. È possibile mettere in pausa, riprendere la riproduzione o salvare determinati passaggi che ci interessano particolarmente.

Cosa non ci è piaciuto? Sicuramente il costo. Non ne comprendiamo esattamente il motivo, ma gli audiolibri non sono particolarmente a buon mercato. Costano (se acquistati singolarmente ad esempio tramite Audible) il doppio o poco più rispetto a un e-book. Questo forse in parte è dovuto alla loro non enorme diffusione e al lavoro di registrazione audio che comunque c’è dietro.

audible home page

Audiolibri o libri tradizionali?

A questo punto ti starai chiedendo: meglio un audiolibro o un libro tradizionale? In realtà è difficile paragonarli perché hanno entrambi pregi e difetti. Una cosa che apprezziamo particolarmente degli audiolibri è quella di poter fare anche un’altra attività durante l’ascolto. Puoi infatti pensare di fare una passeggiata, mentre ascolti un romanzo o un racconto, così come puoi approfittare del tradizionale traffico cittadino per ascoltare un libro mentre vai verso il tuo ufficio in auto. Permettono quindi anche di trasformare momenti noiosi, in momenti di intrattenimento e produttività.

Detto questo, ancora non ci convincono le loro forme di abbonamento e il loro costo. In attesa di evoluzioni e nella speranza di migliori scenari futuri infatti, preferiamo continuare ad utilizzare il nostro fidato Kindle.

Dove acquistare audiolibri

Le principali piattaforme dalle quali è possibile scaricare e ascoltare audiolibri sono Audible e Storytel. Entrambe offrono dei piani in abbonamento che danno accesso a un catalogo con oltre 60.000 titoli nel caso di Audible e con addirittura oltre 100.000 titoli su Storytel.

Abbiamo provato entrambe le piattaforme e personalmente la nostra preferenza verte su Storytel, sia per il maggior numero di titoli presenti (che ovviamente potrebbe variare nel tempo) che per l’interfaccia utente semplice e intuitiva.

Entrambi i servizi offrono abbonamenti mensili da 9,99€ al mese, in aggiunta ai pacchetti annuali con costo mensile ridotto, ma con pagamento in un unica soluzione.

Oltre alla piattaforma desktop inoltre, puoi scaricare le relative applicazioni per Android e iOS e portare sempre con te tutta la tua libreria digitale.

storytel home page

Insomma, l’esperienza con gli audiolibri è sicuramente soggettiva. Come sempre però, ti consigliamo di provare almeno uno dei due servizi e valutare in prima persona se l’esperienza che offrono possa fare al caso tuo o meno. Ci sono infatti persone che non riescono ancora ad allontanarsi dall’idea del classico libro cartaceo, altri come noi che invece pensano che bisogna trarre i benefici offerti dalle diverse alternative.

Nulla vieta infatti di continuare a leggere come probabilmente hai sempre fatto e di utilizzare un audiolibro in altre occasioni, magari per occupare dei momenti vuoti dove non hai possibilità di tenere in mano un libro perché sei occupato in un’altra attività.

In poche parole, prova, sperimenta, ma soprattutto facci sapere cosa ne pensi degli audiolibri! Scrivici nei commenti se conosci dei servizi alternativi o hai provato nuove piattaforme a noi ancora sconosciute. 🙂

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.